Blog - Crediti


L'audio e i video © del Blog sono realizzati, curati e perfezionati da Lorenzo Doretti, che ha anche progettato l'intera collocazione.
L'aggiornamento è stato curato puntualmente in passato da diverse collaboratrici ed attualmente, con la stessa puntualità e competenza, se ne occupano Laura M. Sparacello ed Elisa Sori.

6 agosto 2010

RISPOSTE AI LETTORI

Da oggi, 6 agosto 2010, ho deciso di rispondere subito alle missive dei lettori. Anche, e soprattutto, se sono poche. In particolare a quella inviatami da SG che personalmente ha apprezzato la pubblicazione della Posta di “DOC” Holliday. Prendo atto della “ennesima sollecitazione” a riprendere al più presto le telefonate. SG è sempre in attesa della seconda conversazione con lo “strepitoso Vincenzoni”, cercherò di provvedere al più presto. Infine il lettore mi parla del mio libro sul cinema di guerra (ne farò cenno in uno dei prossimi interventi). Mi fa i complimenti ma depreca che io “abbia potuto escludere “Black Hawk Down” a vantaggio di un filmaccio che non nomino”. Mi rimane la curiosità di conoscere il titolo del “filmaccio”. Per quello che riguarda “Black Hawk Down” la spiegazione è semplice. Non l’ho visto, e quindi non l’ho incluso nel libro. Tenga conto il mio corrispondente che ho sempre seguito con un occhio di riguardo il lavoro di Ridley Scott, a cominciare da “I duellanti” che lo rivelò nel 1977. Qui non sono stato fortunato, ma comunque chiedo scusa.
Claudio G. Fava
Venerdì, 6 agosto 2010

2 commenti:

SG ha detto...

Carissimo Sig. Claudio G.,

il filmaccio, che continuo a non nominare perché nutro il sospetto che facendolo il soffitto di questa stanza potrebbe crollarmi in testa, è quello la cui scheda inizia (a pagina 172 del libro) con la frase "So che molti si stupiranno della presenza di questo film fra i miei eletti." Parole sante.

Dal momento che ha onestamente confessato di aver cassato "Black Hawk Down" per il semplice fatto di non averlo visto, le propongo un "affare":

avendo recentemente acquistato la versione in bluray del film, sarei lieto di inviarle la mia copia in dvd (che a questo punto è per me un inutile doppione), a condizione che lei provveda subito dopo a colmare la (grave) lacuna del libro, compilando la centounesima scheda a uso e consumo dei soli lettori di questo blog.
Se accetta questo scambio, lei ci guadagna un film e noi potremo allegare al volume una stampata della scheda integrativa, come si faceva un tempo con gli errata corrige.

Successivamente sarà mia cura trovare un buon artigiano che sia in grado di ricoprire le pagine incriminate con un sottilissimo strato di bronzo. La prudenza non è mai troppa.


Se mi conferma che il suo indirizzo è quello indicato nel sito paginebianche.it (Salita Vignola 4), entro i primi giorni della prossima settimana provvederò alla spedizione.


Saluti,

SG

P.S. Un appunto "tecnico" relativo al blog. Non è necessario scrivere un nuovo articolo per rispondere ai commenti dei suoi lettori, è sufficiente inserire la sua risposta come ulteriore commento.

enrico ha detto...

Carissimo Claudio G.Fava,forse mi può aiutare a collocare in un film di Alberto Sordi questo divertente spezzone in bianco e nero visto tempo fa in TV : spiazzo assolato,utilitaria bianca ferma col conducente a bordo.Si avvicina Albertone (avrà avuto 35 anni) : è in canottiera,mani sommariamente bendate (un pugile?) : batte il pugno sul palmo più volte,si avvicina al finestrino e mormora : "Io offendo : primo,perchè er fisico me lo consente;secondo,perchè madre natura m'ha dotato de'n intelletto de prim'ordine e uno come te m'o magno".Sa forse dirmi che film era?Cordiali saluti Enrico Paganelli